fbpx
loading...
lov 071 - (This Is Not) Nuotando nell'aria - Marlene Kuntz - Laura Savina - This Is Not A Love Song

lov 071 – (This Is Not) Nuotando nell’aria – Marlene Kuntz – Laura Savina

10.00

22 disponibili

THIS IS NOT A CASSETTE IT'S MUCH MORE!

Descrizione

Nuotando nell’aria (5’ 21’’)
Marlene Kuntz – 1994

Questa canzone è un tuffo, giacché si parla di nuotare – seppure nell’aria, in questo caso. L’aria dove muoviamo le braccia e le gambe, ruotando, è quella degli anni Novanta; il desiderio, quello di avere musica da poter iniettare in vena, e Catartica, l’album d’esordio dei Marlene Kuntz, arrivò lì a strapiombo, per farsi strada tra suoni squarcianti e testi densissimi, evocativi senza strafare, accennando le cose e lasciandole esplodere. Fu senz’altro il periodo più fertile del rock italiani grazie soprattutto alla scena creatasi attorno ai CSI e all’etichetta Consorzio Produttori Indipendenti. Parole come “È certo un brivido averti qui con me / in volo libero sugli anni andati ormai / e non è facile, dovresti credermi / sentirti qui con me perché tu non ci sei”, stese su una melodia di chitarre orientate al suono dei Sonic Youth, qui in versione ballad, ecco, il connubio di musica e parole è una miccia emotiva, buona per uno scoppio, sì, catartico. Per nuotare in acqua, si sa, bisogna saper respirare, saper registrare i movimenti. “Odori dell’amore nella mente dolente, tremante, ardente: il cuore domanda cos’è che manca / perché si sente male, molto male, amando, amando, amandoti ancora”; Cristiano Godano ci ha insegnato a galleggiare nell’aria, trattenendo il fiato con il desiderio ossessivo di poter riassaporare l’amore.

Laura Savina
Nasce alla fine degli anni 80 tra le colline boscose dei Castelli Romani. Terminati gli studi classici, dopo una breve esperienza londinese, si iscrive alla facoltà di Storia dell’arte presso La Sapienza di Roma, laureandosi con una tesi sull’importanza dello stupore. Prosegue gli studi a Torino dove inizia a dedicarsi all’illustrazione e alla grafica. Definisce il suo lavoro come una ricerca di equilibrio tra forme accidentali. In altre parole, i suoi disegni sono incidenti di percorso

Ti potrebbe interessare…

Quick Shop